F O R M A | certificazioni urbanistica regno unito
Town planning certifications in UK - Certificazioni urbanistica nel Regno Unito
town planning london uk certifications certificazioni urbanistica londra regno unito
804
post-template-default,single,single-post,postid-804,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Urbanisti nel Regno Unito – Qualificazioni professionali

Esiste un ordine professionale per urbanisti?

Il Royal Town Planning Institute (RTPI) è l’organo di rappresentanza degli urbanisti nel Regno Unito e rilascia certificazioni che aiutano a progredire professionalmente, aggiornare le conoscenze utili per svolgere le attività lavorative e consolidare il proprio profilo per aumentare le possibilità di assunzione.

In quali settori lavorano i “planners”?

Al contrario di molte nazioni dell’Europa continentale, l’urbanista o “planner” ha una posizione precisa nella rete di professionisti che collabora alla realizzazione di progetti architettonici, urbani o strategici. Varie figure possono rientrare nella definizione di “planner” e tutte sono tutelate dall’RTPI. Il “Planning Officer” e l’”Enforcement Officer” lavorano nel settore pubblico e valutano quali progetti possono essere approvati dall’ente amministrativo di riferimento e quali no, basando le loro decisioni sulle politiche del piano locale e le leggi nazionali. Il “Planning Consultant” assiste i clienti nel processo che porta eventualmente alla approvazione e ricopre un ruolo a metà tra l’avvocatura e il supporto strategico. C’è chi si occupa di costruire e monitorare l’efficienza delle politiche di piano (Planning Policy Officer) e chi ricopre un ruolo giudiziale di prima istanza e pubblica decisioni vincolanti che possono ribaltare le decisioni dell’autorità locale (Planning Inspector). Altri si specializzano in pianificazione dei trasporti, masterplanning, edilizia sociale o lavorano in istituti di ricerca.

Come si diventa membri dell’RTPI?

Il modo più rapido è laurearsi in facoltà accreditate dall’istituto stesso. La maggior parte è nel Regno Unito, ma ci sono anche facoltà convenzionate in Irlanda, Africa e Hong Kong. Al conseguimento della laurea si diventa automaticamente “Licentiate members”. Dopo due anni di esperienza lavorativa nel settore si può richiedere la “full membership” (MRTPI) presentando una serie di elaborati che dimostrano competenze tecniche, descrivono l’evoluzione professionale e programmano obiettivi di carriera realistici e misurabili.

Per chi proviene da facoltà di urbanistica non accreditate dall’istituto o da altre facoltà in cui l’urbanistica non è al centro del curriculum accademico, ci sono strade alternative per arrivare alla Membership, cioè al livello più diffuso di certificazione RTPI.

Per chi si è laureato in una disciplina attinente allo “spatial planning” in una facoltà che non è accreditata o accreditata solo parzialmente, è possibile accedere alla “Associate membership” dopo aver maturato due anni di esperienza lavorativa nel Regno Unito. Questo implica che non sia obbligatorio essere membro dell’RTPI per iniziare a lavorare come “planner” in Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord.  D’altra parte, senza almeno due anni di esperienza di lavoro nel Regno Unito, non è possibile candidarsi alla “Associate membership” e quindi entrare ufficialmente nel registro dell’RTPI.  Chi ha una laurea in cui l’urbanistica è assente dal curriculum deve maturare almeno tre anni di esperienza lavorativa nel settore, che salgono a sette se il candidato non ha lauree.

Una volta ottenuta la “Associate membership” sono necessari altri due anni di esperienza lavorativa per poter affrontare l’ultimo ostacolo prima della “Full membership”, che viene rilasciata dopo un “Associate Assessment of Professional Competence”. Similmente ai “Licentiate”, un Associate deve analizzare criticamente il proprio progresso professionale, etico e tecnico e presentare un elaborato che dimostri all’RTPI di meritare il titolo di Member. Non ci sono esami scritti o orali, tutto viene processato via posta. Se la commissione giudicante ritiene che siano necessarie delle integrazioni, può decidere di rifiutare parzialmente la candidatura, chiedendo chiarimenti su parti specifiche del profilo. Se la candidata è accettata, potrà aggiungere il prefisso MRTPI nella sua firma, beneficiare di una ricognizione professionale ufficiale e di servizi di supporto dedicati ai membri dell’istituto.

Sfide

Tanti urbanisti europei sono diventati “planners” senza avere lauree riconosciute dall’RTPI e molti sono progrediti fino alla Membership seguendo il processo descritto sopra. La difficoltà maggiore è riuscire ad entrare nel mercato del lavoro e accumulare esperienza qualificante. Nel panorama post-Brexit, la posizione dei neolaureati europei è probabilmente più precaria che in passato, ma non mancano esempi incoraggianti. Al contrario dell’Italia, per un urbanista senza esperienza è più facile trovare lavoro nel settore pubblico, dove non esistono concorsi, la richiesta di nuovo personale è sempre alta e la volontà del candidato di rimettersi in gioco in un nuovo sistema ha più peso dei titoli. Come si fa a partire da zero? Così.

Ti e’ piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie direttamente via mail.

Tags:


YOU MIGHT BE INTERESTED ALSO