F O R M A | Stipendi degli architetti nel Regno Unito - Il 2017 in cifre
Stai ricevendo un giusto stipendio per il tuo lavoro? Quali sono le fasce di reddito medie degli architetti nel Regno Unito? Leggi la sintesi di FORMA del mercato del lavoro, preparati per l’anno nuovo e pianifica il tuo prossimo “pay rise”.
architettura architetto londra uk salario stipendio medio
522
post-template-default,single,single-post,postid-522,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Stipendi degli architetti nel Regno Unito – Il 2017 in cifre

Il 2017 sta per finire e arriva il momento dei bilanci. Stai ricevendo un giusto stipendio per il tuo lavoro? Quali sono le fasce di reddito medie degli architetti nel Regno Unito? Leggi la sintesi di FORMA del mercato del lavoro, preparati per l’anno nuovo e pianifica il tuo prossimo “pay rise”.

Architetti Junior

Per “junior” intendiamo architetti che hanno completato gli studi universitari e hanno raggiunto un livello di qualifica equivalente alle “Part 1” e “Part 2” del RIBA. Come spiegato in un altro post, per poter apporre il titolo di “Architect” nella propria firma, bisogna ottenere la Part 3 del RIBA ed essere registrati nell’Architects Registration Board (ARB). I Junior sono quindi coloro che hanno una triennale e/o un master in architettura ma devono ancora fare l’ultimo passo per la qualifica completa.  

La paga base per un “Architectural Assistant” con Part 1 del RIBA, equivalente alla laurea triennale o “Bachelor Degree”, si assesta tre le 20.000 e le 21.000 sterline all’anno. Al contrario di altre fasce più avanzate, la posizione geografica e la tipologia di studio per cui un Part 1 Assistant lavora ha poca incidenza sulle variazioni di salario.

Un architetto in possesso di un Master universitario, equivalente alla Part 2 del RIBA, può avere uno stipendio che oscilla tra le 25.000 e le 34.000 sterline annue, con una media di 30.000 sterline. In questa classe più avanzata, la dimensione dello studio e il mercato di riferimento incominciano a influire sul salario.

Architetti e Architetti Senior

Al raggiungimento della Part 3 del RIBA e alla conseguente registrazione nell’ARB un architetto può aspettarsi un fisiologico aumento di stipendio a premiare il conseguimento del titolo ufficiale e legale di Architect.  Con uno o due anni di esperienza pratica post-qualificazione gli stipendi medi variano tra un minimo di 27.000 sterline e un massimo di 40.000 sterline. La media per questa fascia di professionisti si assesta sulle 35.000 sterline annue.  

Con l’ulteriore accumulo di esperienza pratica e il continuo aggiornamento professionale, un “Architect” con una carriera lunga dai tre ai cinque anni ha in media uno stipendio annuale di 41.000 sterline, che salgono a 47.000 dopo aver maturato tra i sei e i dieci di anni di esperienza.

Associati e Direttori

45.000 sterline è lo stipendio medio annuo degli “Associate Directors”, cioè di figure che hanno ormai un ruolo centrale nella gestione dei progetti e dei team di lavoro. Un Project Director arriva in media a 50.000 sterline annue mentre i “Directors” ricevono salari che oscillano tra le 50.000 e le 90.000 sterline annue, con una media di 70.000.

Partners

Chi arriva al vertice di uno studio, o ne crea uno proprio con accesso a clienti storici e consolidati, può arrivare a guadagnare tra le 70.000 e le 100.000 sterline all’anno. Le variabili che entrano in gioco a questi livelli sono ovviamente molte e la fama della compagnia ha un peso non indifferente sulla tipologia progetti che si gestiscono. Il range dello stipendio è molto legato alla capacità di trovare nuove commesse e ottimizzare l’efficienza dei team, nonché costruire rapporti duraturi con i propri clienti. Quando acume finanziario, marketing mirato e qualità di progetto si uniscono nella stessa persona, i limiti alle parcelle diminuiscono e si può puntare a mercati sempre più redditizi.

2018: crescita o stallo?

L’incertezza economica prodotta dalla Brexit ha rallentato il mercato immobiliare e fatto aumentare l’incertezza in investimenti futuri, ma la cronica mancanza di case per le nuove generazioni, il continuo “appeal” del lusso e il ricambio incessante di attività commerciali continuano a tenere impegnati gli studi di architettura in tutto il Regno Unito.

Nonostante alcuni grandi studi abbiano già iniziato a ridurre il personale junior e ci sia più prudenza nell’assumere architetti europei, i salari medi degli architetti sono continuati ad aumentare nell’ultimo anno, dimostrando che il mercato è ancora attivo e sano.  Forse più che una crisi economica reale, come quella iniziata nel 2008, la Gran Bretagna soffre oggi del lento e prolungato blocco “psicologico” post-Brexit che non è stato ancora scosso da negoziati e accordi significativi. Il 2018 sarà quindi un anno-chiave sia per l’economia in generale che per il settore costruzioni.

Ti e’ piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie di FORMA direttamente via mail.

Tags:


YOU MIGHT BE INTERESTED ALSO